PRIVACY. Valle d’Aosta, sicurezza informatica e trattamento dati personali priorità della regione

Il governo della regione Valle d’Aosta si è impegnato ad emanare provvedimenti a tutela del diritto alla privacy dei cittadini, messo in pericolo dalla gestione dei dati personali sui sistemi informatici. "Le maggiori funzioni della Regione autonoma – spiega Aurelio Marguerettaz, assessore regionale all’ Innovazione – si traducono anche in una superiore complessità dei sistemi informativi a supporto dell’azione amministrativa".

"In un’ organizzazione complessa – prosegue l’ assessore – appare evidente come il processo di tutela delle informazioni personali e/o sensibili sia il risultato di un’azione sinergica di molteplici figure che devono necessariamente essere coordinate nella loro azione".
La giunta regionale intraprenderà dunque una serie di atti tesi a migliorare la sicurezza del sistema, al fine di ottimizzarne i risultati funzionali, negli aspetti fisici, logici ed organizzativi: per far ciò sono previsti misure e strumenti hardware, software, organizzativi e procedurali integrati tra loro. La Regione ha istituito un apposito Comitato per la sicurezza, che avrà il compito di definire gli obiettivi generali di sicurezza, nonché proporre alla Giunta regionale le modalità di gestione e controllo.

Inoltre la Giunta ha elaborato il regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari di competenza dell’ Amministrazione regionale, dell’ Usl e degli enti dipendenti dalla Regione. Il documento detta norme e individua le competenze, le professionalità e le procedure per il trattamento dei dati che "deve avvenire nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali dell’ interessato e deve essere compiuto quando, per lo svolgimento delle finalità di interesse pubblico, non è possibile il trattamento di dati anonimi oppure di dati personali non sensibili o giudiziari".

 

Comments are closed.