PRODOTTI. Federapicoltori (Confagri): miele dei parchi è il migliore

Il miele dei Parchi è migliore di altri perchè ricco di molecole antiossidanti. Ad affermarlo la Federazione Apicoltori che ha commissionato delle analisi fisico-chimiche al Polo Studi Miele del Dipartimento di Biologia di Tor Vergata, per far luce sulle caratteristiche del miele italiano. E’ qui che grazie alla spettrometria di massa – il sistema con il limite più basso di rilevabilità – il miele è stato indagato come finora non era mai stato fatto.

"Per la prima volta – dice la botanica Antonella Canini dell’Università Tor Vergata – la presenza di "nutraceutici" (molecole a spiccata azione antitumorale su prove effettuate in cellule in vitro) è stata correlata ai pollini e nettari delle particolari fonti botaniche che le api rintracciano nel nostro territorio, in particolare in quello dei Parchi. In questi mieli se ne evidenziano quantità significative e superiori alla media di altri mieli".

"Una notizia così rilevante – secondo Raffaele Cirone, Presidente della FAI – Federazione Apicoltori Italiani – che sarà presentata al prossimo Congresso Mondiale di Apiterapia affinché questo dato venga portato all’attenzione della Comunità scientifica internazionale. Ne va del futuro del nostro miele e della qualità della vita e dell’ambiente in cui viviamo. Grazie, ancora una volta, ai 90 miliardi di api che ogni giorno perlustrano l’Italia in lungo e in largo!"

I Miele dei Parchi d’Italia, saranno premiati il 3 settembre 2006 a L’Aquila, in occasione del Convegno nazionale organizzato dalla FAI – Federazione Apicoltori Italiani e patrocinato da Federparchi, sul tema "API E MIELE DEI PARCHI – Risorse strategiche per la qualità della Vita e dell’Ambiente".

Comments are closed.