PRODOTTI TIPICI. Marchio Docg per lo spumante dell’Oltrepò pavese

Un nuovo riconoscimento per la qualità italiana. Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha infatti ufficialmente assegnato la Denominazione d’origine controllata e garantita allo spumante dell’Oltrepò pavese. Il prodotto vitivinicolo, le cui bollicine sono realizzate secondo il metodo classico, si va così ad aggiungere ad un altro spumante lombardo ( il Franciacorta), che già si fregiava della Docg. La notizia è stata resa nota dal vice presidente della Regione Lombardia e assessore all’Agricoltura, Viviana Beccalossi.

Si tratta di "un giusto premio al territorio – ha commentato Viviana Beccalossi – ma soprattutto alle aziende che hanno creduto in questa possibilità ponendo la qualità come principio base della loro produzione". L’Oltrepò pavese rappresenta la terza area viticola a denominazione d’origine più grande d’Italia per estensione (preceduta solo da Asti e Chianti) e la prima se si considera solo il territorio provinciale.

La Lombardia potrà ora vantarsi di una produzione di spumanti Docg pari a quasi 8 milioni di bottiglie (di cui 6 milioni prodotte nella in Franciacorta e 2 milioni nell’Oltrepò pavese). Entro il 2010 il Consorzio vitivinicolo dell’Oltrepo’ prevede di raddoppiare da 2 a 4 milioni la produzione di bottiglie di bollicine a Denominazione d’origine controllata e garantita.

Comments are closed.