PRODOTTI TIPICI. Parma, sabato inizia il Festival del Prosciutto

Quattro week-end di eventi, degustazioni mostre, spettacoli, visite ai siti di produzione. È quanto promette l’undicesima edizione del Festival del Prosciutto di Parma, in programma dal 30 agosto al 21 settembre. Un incontro ravvicinato con lo squisito prodotto e i luoghi in cui nasce, per conoscere da vicino un’eccellenza che è a tutti gli effetti uno dei più significativi simboli del made in Italy.

Il Festival è stato presentato nella sede della provincia di Parma, dove i rappresentanti dei quattro week-end hanno illustrato il programma. "È una manifestazione – ha detto il vicepresidente della provincia, Pier Luigi Ferrari – che cresce sempre di più e che è riuscita a raccogliere intorno a sè tantissime realtà. Quattro fine settimana in diversi comuni del territorio, con la chiusura a Parma il 20 e 21 settembre: ciò a significare che tutto il Parmense è coinvolto perchè il prosciutto è un grande punto di riferimento per tutti".

Ricchissimo il programma. L’anteprima del 30 e 31 agosto a Calestano, Lesignano Bagni e Neviano Arduini propone occasioni per assaggiare il prosciutto ma anche mostre, giochi, laboratori del gusto, spettacoli (cabaret il 30 a Neviano con Leonardo Manera e Claudia Penoni e il 31 a Lesignano con Franca Tragni e Rino Ceronte). A Calestano, ristoranti e agriturismo convenzionati propongono un menù completo, dall’antipasto al dolce, a base di prosciutto e prodotti tipici di Parma a prezzo promozionale. Fulcro del Festival, ancora una volta, l’iniziativa ‘Finestre aperte’ che interesserà l’intera zona di produzione: 33 prosciuttifici spalancheranno le porte al pubblico, offrendo la possibilità di assistere al ciclo di lavorazione del Prosciutto di Parma e di partecipare a degustazioni gratuite. Un servizio di bus navetta (con partenza da Piazzale Corridoni a Langhirano) accompagnerà i turisti nelle aziende aderenti (numero verde 800.165.300). Nei centri coinvolti dalla manifestazione saranno allestite come sempre prosciutterie e verande gastronomiche, in cui sarà possibile degustare il ‘Crudo’ di Parma anche insieme ad altri prodotti tipici del territorio, e saranno attivati infopoint con materiale informativo sul Festival e sulle opportunità turistiche e culturali del parmense. Immancabile, tra le tante opportunità, una visita al Museo del Prosciutto e dei salumi di Parma, realizzato all’interno dell’antico Foro Boario di Langhirano, che nei giorni del Festival presenta ‘Officine del Gusto’, seminari di degustazione del Prosciutto di Parma in abbinamento con i migliori vini.

Comments are closed.