PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. Altri corsi di laurea nel mirino dell’Antitrust

Ad agosto scorso l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha esaminato i contenuti di due siti internet che pubblicizzavano corsi di laurea applicando ad entrambi 14.000 euro di multa. Ne da notizia Assoutenti che ha dedicato particolare attenzione alla pubblicità ingannevole su titoli di studio universitari, in Italia o all’estero, realizzando una scheda generale su questo tema (clicca qui) e su altre decisioni dell’Antitrust (leggi questa scheda) ed un controspot

Il primo caso riguarda la Music Academy italiana, società con sede a Bologna, attiva nell’organizzazione di corsi di musica e danza. Sul sito si parlava di "Diploma di laurea riconosciuto in tutta la comunità europea e di Triennio di laurea di primo livello (Bachelor of art in contemporary pop music"), pur non essendo riconosciuta né come Università né come Istituto superiore di studi musicali (cioè i Conservatori). Inoltre la società non è neppure abilitata a rilasciare il titolo Bachelor of art. Le persone interessate a frequentare il corso potevano essere tratte in inganno anche dall’affermazione sulle prospettive occupazionali (il titolo…"offre la possibilità di accedere alla scuola di specializzazione per l’insegnamento secondario …come da qualsiasi laurea c Conservatorio"). Anche le modifiche al sito apportate dopo l’apertura del procedimento non chiariscono del tutto la natura dei corsi.

Il secondo caso concerne il Roma rock center, società attiva nell’organizzazione di corsi di formazione artistica. Sul sito si parlava impropriamente di "corsi legalmente riconosciuti dallo Stato italiano, dalla Comunità europea e dagli Stati Uniti e di … Corso di laurea triennale in Musica moderna", anche in questo caso in contrasto con quanto previsto dalla legislazione vigente.

Comments are closed.