PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. Antitrust infligge multa di 230mila euro all’INPDAP

Ammonta a 230mila euro la multa inflitta dall’Antitrust all’INPDAP, l’Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica, per aver effettuato una pratica commerciale sleale. Da settembre 2007 l’istituto ha effettuato una campagna pubblicitaria inviando per posta ai pensionati un opuscolo dal titolo "I servizi Inpdap non hanno età – Guida per chi è in pensione" riguardante l’offerta di prestiti e mutui erogati dalla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali dell’ente.

La segnalazione all’Autorità Garante della concorrenza e del mercato è arrivata da Codacons, l’Associazione dei Consumatori che ha fatto presente che le affermazioni contenute nella pubblicazione potevano indurre in errore i destinatari, sulle caratteristiche dell’offerta stessa. Infatti l’opuscolo prospetta la possibilità per i pensionati che aderiscono al fondo della Gestione unitaria dell’Inpdap di accedere alle prestazioni creditizie indicate a partire dal 1° novembre 2007. In realtà i finanziamenti potrebbero essere concessi soltanto ai soggetti che hanno maturato un’anzianità di iscrizione allo stesso fondo pari ad almeno 3 anni.

L’Antitrust ha ritenuto la pratica commerciale scorretta ai sensi dell’articolo 20 del Codice del Consumo, in quanto contraria alla diligenza professionale e idonea a falsare in misura apprezzabile il comportamento economico del consumatore medio cui è destinata.

Comments are closed.