PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. Antitrust multa Estée Lauder per siero antimacchie Clinique Even Better

Un siero antimacchie portentoso, in grado di indurre una "visibile riduzione delle macchie" sulla pelle e di far in modo che "il tono della pelle" sia più uniforme "del 53%". Peccato si trattasse di pubblicità ingannevole, costruita su confronti impropri. L’Autorità Antitrust ha dunque multato Estée Lauder per i messaggi con i quali ha pubblicizzato il siero cosmetico a marchio Clinique Even Better. La sanzione decisa è di 80 mila euro.

Secondo i messaggi veicolati – su periodici, sul sito della Clinique e con spot televisivi – "i test di laboratorio svolti dai dermatologi avrebbero dimostrato che il prodotto è in grado di "aiutare" a creare un tono cutaneo più omogeneo, inducendo una "visibile riduzione delle macchie" e un miglioramento dell’uniformità della pelle, quantificato nel 53% – spiega l’Antitrust nell’odierno bollettino – Nel filmato, riprodotto anche su internet, i risultati vengono altresì visualizzati con immagini che mostrano in sequenza la cute di un volto di donna che si schiarisce".

Nel mirino dell’Antitrust è finito il claim "Potente contro le macchie come il più efficace principio attivo consigliato dai dermatologi", usato per promuovere il siero. Per l’Autorità, si tratta di una "ambigua e impropria" esaltazione dell’efficacia del prodotto attraverso l’associazione all’efficacia di un non meglio definito "più efficace principio attivo consigliato dai dermatologi".

Su quale principio attivo è costruito infatti il confronto? L’efficacia del siero è confrontata con quella di un depigmentante, spiega l’Autorità, usato non nella cosmetica ma in ambito farmacologico. Scrive l’Antitrust: "Come emerge dalla relazione del consulente dell’Autorità, l’idrochinone, che il professionista dichiara essere il principio attivo di riferimento, è un composto con indiscusse proprietà depigmentanti il cui impiego come cosmetico, tuttavia, è vietato in Italia e in Europa per il sospetto che possa essere cancerogeno: negli Stati Uniti può essere utilizzato dal 2006, alla concentrazione del 4%, solo come farmaco soggetto a obbligo di prescrizione. In tale prospettiva, si ritiene fuori luogo qualificare come consigliato dai dermatologi un prodotto caratterizzato da controindicazioni così rigorose".

Oltre che fuori luogo, l’Autorità ritiene "inammissibile" confrontare le proprietà di un cosmetico, quale il siero Even Better, con quello di un principio attivo usato con finalità terapeutiche in ambito farmacologico, "in quanto la diversa natura e le non sovrapponibili destinazioni d’uso dei prodotti inficiano di per sé la correttezza del confronto".

Comments are closed.