PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. Antitrust sanziona offerta di servizi finanziari OVB. Soddisfatto il Ctcu

Oltre 24mila euro di multa sono state comminate dalla Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato alla società di intermediazione finanziaria OVB per ingannevolezza del depliant "Bellissima" che pubblicizzava un piano di risparmio per un’abitazione di proprietà. L’Antitrust aveva aperto un’istruttoria sul caso a seguito della segnalazione da parte del Centro Tutela Consumatori ed Utenti.

"ll depliant evidenzia – spiega l’associazione – nelle sue pagine interne degli esempi di supposto vantaggio finanziario nell’assunzione di un prestito "Banca con OVB" rispetto ad analogo prestito presso una banca tradizionale. Il confronto è molto schematico e tale da prospettare, di prima e superficiale evidenza, un indubbio vantaggio finanziario per chi sottoscrive il prestito con OVB. Peccato che dagli esempi non si capisca in nessun modo, neppure attraverso un notevole sforzo interpretativo dei dati indicati, da cosa e come dovrebbe derivare all’utente un tale vantaggio".

Ipotesi, quelle avanzate dal Ctcu, confermate dall’Autorità che sottolinea come nel documento manchino "tutta una serie di informazioni sulle effettive condizioni praticate nell’erogazione dei finanziamenti pubblicizzati". La conseguenza di questa carenza è la mancanza per il consumatore di elementi idonei a valutare l’offerta.

Il Ctcu ricorda, infine, a coloro che hanno aderito al messaggio pubblicitario dichiarato ingannevole e siano insoddisfatti del prodotto acquistato che possono utilizzare la pronuncia per fondare eventuali richieste di risoluzione del contratto e di risarcimento danni.

Comments are closed.