PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. CODICI chiede la sospensione dello spot “Bella Topolona”

"Bella Topolona"? Uno spot di "pessimo gusto, indecente ed ingannevole". Questa l’opinione del Centro per I Diritti del Cittadino (CODICI) Campania che ha inviato una segnalazione all’ Autorità Garante delle Comunicazioni (AGCOM) e all’Antitrust per chiedere l’immediata sospensione dello spot pubblicitario. Lo riferisce CODICI in un comunicato.

"Bella Topolona" pubblicizza una suoneria telefonica e si vede un topolino che invita la sua "topolona" con apprezzamenti non graditi agli utenti. Lo spot va in onda da alcune settimane sulle tv commerciali e soprattutto su Mediaset. "Il linguaggio dello spot – spiega CODICI – dovrebbe essere sottinteso ma in realtà è molto esplicito suscitando l’indignazione di numerosi utenti che non gradiscono le espressioni del personaggio dello spot e tantomeno gradirebbero l’apprezzamento decantato. Inoltre, la pubblicità va in onda anche nelle fasce orarie protette per i minori e nelle fasce mattutine durante la programmazione di cartoni animati".

L’Associazione di tutela degli utenti, in particolare segnala la violazione della Parte II del Codice del Consumo intitolata Educazione, Informazione e Pubblicità – Titolo III – Capo III Sezione I in materia di Televendite: si tratta di pubblicità indecente e volgare per il consumatore nonché idonea ad indurre in errore l’utente a cui è rivolta, pregiudicando il suo comportamento economico.

"Si tratta di un spot di pessimo gusto – ha commentato il segretario regionale di CODICI Campania, Giuseppe Ambrosio – non credo che al gentil sesso faccia piacere che qualcuno gli si rivolga in questo modo. Inoltre l’utente viene ingannato e attirato sull’opportunità di scaricare sul proprio cellulare la suoneria gratis digitando il numero in sovrimpressione, mentre in realtà non è così."

"Effettuando il numero preposto – ha concluso Ambrosio – l’utente deve abbonarsi ad un servizio settimanale in cui riceverà due suonerie sul proprio telefono mobile. I costi variano: Euro 5 dai gestori di telefonia fissa e Euro 4 per chi chiama da telefono fisso Telecom. Per quanto riguarda la compagnia H3G il servizio non può essere disabilitato non prima di due settimane. Tutto ciò ci appare decisamente in violazione al Codice al Consumo in quanto è espressamente dichiarato, nel paragrafo dedicato alle televendite, che le stesse non devono ledere alla morale, offendere il gusto e la sensibilità dei consumatori per indecenza, volgarità o ripugnanza".

Comments are closed.