PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. Confconsumatori denuncia truffe telefoniche

Truffe telefoniche a carico di numerosi anziani, e non solo, e Confconsumatori fornisce alcune indicazioni utili per non incappare in eventi così incresciosi. Canale Italia trae in inganno i cittadini attraverso un gioco a quiz nel corso del quale, telefonando, si vincono un alto montepremi indovinando una semplice canzone. A questo punto scatta la truffa perché alla risposta, un disco dice dapprima di attendere in linea, e subito dopo di riprovare a telefonare obbligando così a ricomporre il numero. In realtà la telefonata passa ad un 899, numero speciale che comporta un elevato costo della chiamata (12,50 € anche per un solo secondo).

L’avv. Sabrina Contino, legale Confconsumatori Lombardia, che si sta occupando della vicenda, consiglia: "Nel caso altri cittadini siano stati vittime di questa vicenda, è necessario fare denuncia alla Polizia Postale locale, con la quale stiamo tuttora collaborando per garantire maggiori controlli, successivamente inviare a Telecom una raccomandata A/R contestando l’accaduto e chiedendo (in attesa di accertamenti da parte dell’Autorità Giudiziaria) di soprassedere dalla richiesta di pagamento delle somme da imputare a tali chiamate, pagando regolarmente il corrispettivo per gli altri consumi non in contestazione; sarebbe altresì opportuno segnalare la vicenda all’Autorità Garante delle Comunicazioni (AGCOM). Attraverso tali strumenti sarà possibile attivare maggiori canali di tutela per i cittadini, auspicando così un intervento risolutivo che possa porre termine al dilagare di tale fenomeno e responsabilizzare le compagnie telefoniche."

E’ possibile scaricare i modelli di lettera da inviare a Telecom e quello di querela da depositare presso la Polizia Postale dal sito www.confconsumatori.it.

Comments are closed.