PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. Intermediari finanziari, UNC: “Basta con i tassi usurari”

L’Unione Nazionale Consumatori esprime il proprio consenso nei confronti dell’iniziativa presa dal Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura, Raffaele Lauro, nei riguardi di quegli intermediari finanziari che utilizzano pubblicità ingannevoli per catturare clienti. Lauro ha, infatti, chiesto all’Antitrust di procedere per presunta pubblicità ingannevole nei confronti delle Finanziarie che con gli spot offrono ai consumatori in stato di incombente necessità piccoli prestiti, fideiussioni e cessioni del quinto dello stipendio applicando tassi usurari.

"Sono anni che assistiamo a questo fenomeno tanto spudorato quanto del tutto impunito – dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori – le cui vittime predestinate sono purtroppo consumatori già in precarie condizioni economiche che si rivolgono alle Finanziarie per cercare di mettere insieme il pranzo con la cena. Nel condividere l’iniziativa del Commissario Lauro -conclude Massimiliano Dona – auspichiamo un intervento forte e deciso da parte delle istituzioni non solo per sanzionare pesantemente i comportamenti illeciti ma anche per trovare soluzioni normative adatte a sradicare definitivamente questa pratica illegittima".

Comments are closed.