PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. Multa a Vodafone di 45.100 euro

L’Autorità Antitrust ha sanzionato Vodafone con una multa pari a 45.100 euro per la campagna pubblicitaria "Passa a Vodafone. Avrai 600 euro di telefonate gratis". Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) è soddisfatto per la decisione (contenuta nel bollettino n. 7 del 6 marzo 2006) dell’Autorità Antitrust. L’associazione,infatti, aveva presentato il ricorso nel luglio del 2005 all’Autorità, che aveva avviato immediatamente un procedimento nei confronti di Vodafone finalizzato ad accertare l’ingannevolezza della campagna pubblicitaria in questione.

"MDC aveva denunciato all’Autorità le gravi carenze informative del messaggio pubblicitario caratterizzato dal "regalo" di 600 euro, senza che però fossero indicati i costi effettivi dell’offerta pari a ben 1050 euro – spiega Francesco Luongo, responsabile Dipartimento TLC di MDC – Il consumatore si trovava perciò a pagare alla società di telefonia mobile quasi il doppio del bonus che verrebbe accreditato. MDC segnalava inoltre che nella pubblicità manca anche l’indicazione della limitazione dell’offerta non fruibile dai titolari di piani ricaricabili".

Nel settembre 2005 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso la sospensione dei messaggi della campagna pubblicitaria di Vodafone, perché inidonei ad indicare in modo chiaro e immediatamente percepibile le condizioni effettive di fruibilità della promozione pubblicizzata.

A fine dicembre 2005, l’Antitrust ha avviato una procedura per inottemperanza al provvedimento di sospensione. Vodafone, infatti, aveva riproposto messaggi pubblicitari con un contenuto informativo sostanzialmente inalterato, e quindi con il medesimo profilo di ingannevolezza.

L’Autorità ha deciso di elevare a 45.100 euro l’importo della sanzione pecuniaria, viste queste circostanze aggravanti, insieme al fatto che Vodafone risultava già altre volte destinatario di provvedimenti di ingannevolezza.

 

Comments are closed.