PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. Osservatorio UNC: primato di Telecom – Tim

Si rinnova nei primi mesi del 2007 il primato di Telecom Italia – TIM nella speciale classifica dell’Osservatorio sulla pubblicità ingannevole istituito presso l’Unione Nazionale Consumatori. Da gennaio a luglio, infatti, la società ha "collezionato" 7 provvedimenti dell’Antitrust (gli ultimi due riguardano le offerte Teleconomy Zero Zero e Tim "Chiama e richiama") a suo carico, tra fisso e mobile, e quasi 450.000 euro di multe da pagare. Seguono staccate Vodafone con 2 provvedimenti (115.200 euro di multe) e Fastweb con 1 (18.600 euro di multa).

Già nel 2006 l’ex monopolista aveva conquistato la maglia nera con 8 pubblicità ingannevoli, davanti a 3-H3G con 7, Vodafone con 6, Wind-Infostrada con 5 e Tiscali con 1.

Per contrastare questo grave fenomeno, che causa ogni anno danni per centinaia di milioni di euro ai consumatori, l’Unione Nazionale Consumatori chiede l’inasprimento delle sanzioni fino a revocare agli operatori la licenza nei casi di recidiva. Il consumatore, da parte sua, potrebbe citare per danni la compagnia telefonica che l’ha indotto ad aderire ad un’offerta commerciale attraverso una campagna pubblicitaria ingannevole.

Comments are closed.