PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. TivùSat e Rai nel mirino di Adiconsum

TivùSat ancora nel mirino di Adiconsum. Secondo l’Associazione, infatti, Tivù, la società formata da RAI, Mediaset e Telecom Media per promuovere i canali digitali gratuiti, sta facendo pubblicità ingannevole dal momento che, attraverso un volantino, incita i consumatori all’acquisto di un "inutile" decoder necessario per vedere le trasmissioni in HD. "Questa notizia non è vera. Per vedere i mondiali e i canali in HD, infatti, basta un decoder esterno o interno al televisore compatibile con l’alta definizione", dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum.
"Perché la RAI e Tivù inducono i consumatori ad acquistare un decoder utile per la televisione a pagamento?" si chiede l’Associazione.
Perché il servizio pubblico non si preoccupa di diffondere la tv gratuita in qualità HD? Perché la Rai e Tivù distorcono l’informazione facendo pensare che il solo decoder o televisore compatibile con l’HD non sia sufficiente, facendo fare acquisti non necessari? Adiconsum gira queste domande all’Antitrust alla quale chiede di aprire un’istruttoria per vigilare sulle comunicazioni legate alla transizione alla tv digitale.

Comments are closed.