PUBBLICITA’ INGANNEVOLE. Viagra naturale, Tar Lazio conferma multa dell’Antitrust

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso della Benefit, la società produttrice dell’integratore alimentare "Blupill" multata lo scorso anno dall’Antitrust per pubblicità ingannevole. Verso la decisione dell’Antitrust la società aveva fatto ricorso respinto dal Tar che ha condiviso le argomentazioni dell’Antitrust. L’Agcm aveva contestato in particolare la presentazione del prodotto, che sarebbe in grado di "migliorare le prestazioni sessuali" e costituirebbe un efficace rimedio per risolvere patologie fisiche ("insufficienza erettile") o psichiche ("impotenza maschile"). Nel messaggio Blupill viene talora denominato "Natural viagra", associandolo così ad un noto farmaco, mentre Blupill è un integratore alimentare che, secondo l’etichetta autorizzata dal Ministero della sanità, ha solo un "effetto tonico energetico particolarmente indicato in caso di stress".
Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito internet di Assoutenti che ha dedicato un Osservatorio alla pubblicità ingannevole. L’Associazione, nell’ambito del progetto "Guarda che ti riguarda" finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico, realizza anche, in collaborazione con Help Consumatori, una newsletter speciale sulla pubblicità ingannevole.

Comments are closed.