PUBBLICITA’. “Il lusso è un diritto”. UNC contro spot della Lancia Ypsilon

Spot ufficiale della nuova Lancia Ypsilon con l’attore francese Vincent Cassel. Qualcuno ci si sarà imbattuto, è in televisione in questi giorni. Passa l’immagine dell’automobile e dell’attore che si interroga su cosa sia il lusso, per concludere netto: "Il lusso è un diritto". Lo slogan accompagna la presentazione della nuova automobile. Ma all’Unione Nazionale Consumatori il messaggio non piace: l’associazione lo ritiene di cattivo gusto, in contrasto con le vere condizioni delle famiglie, tanto da segnalarlo all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria.

Commenta infatti il segretario generale UNC Massimiliano Dona: "E’ inaccettabile presentare come diritto di ciascuno un tenore di vita dispendioso o un bene superfluo che rappresenti un eccesso rispetto alle possibilità economiche dei cittadini. Molti consumatori ci hanno scritto letteralmente disgustati per il messaggio diseducativo e per questa ragione abbiamo segnalato lo spot all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (IAP)".

Prosegue Dona: "Forse in Lancia dimenticano la condizione delle famiglie italiane sempre più povere e indebitate e credono che tutti possano vivere come il loro prezzolato testimonial Vincent Cassel, che fa l’attore ed è sposato con Monica Bellucci! Questa pubblicità è un’offesa per tutti coloro che faticano ad arrivare alla fine del mese e per cui un’automobile è una necessità più che un lusso. Senza contare che il messaggio che trapela è diseducativo, come se ‘carattere ed originalità’, qualità attribuite all’autovettura (e immaginiamo dunque a chi la guidi), fossero peculiarità soltanto di chi può permettersi certi sfarzi ".

Comments are closed.