Permessi di soggiorno, kit introvabili?

Da dicembre è in vigore una nuova procedura, più snella e semplice, per il rinnovo del permesso di soggiorno: gli immigrati interessati, recandosi in uno dei 14mila Uffici Postali, possono ritirare i moduli necessari per l’apertura della pratica. Il problema, però, è che da tempo i moduli sono introvabili. Il Ministero degli Interni, da un lato, ha avviato una serie di ispezioni negli Uffici Postali abilitati dichiarandosi disponibile a revocare la convezione con le Poste "se saranno verificate inadempienze così macroscopiche". Dall’altro Poste Italiane fa sapere che "dopo alcune oggettive difficoltà intervenute nei giorni scorsi, la distribuzione dei kit per le richieste di rinnovo dei permessi di soggiorno sta riprendendo in modo regolare nei 14.000 Uffici Postali presenti sul territorio nazionale. Infatti, in aggiunta ai 2 milioni già distribuiti, Poste Italiane consegnerà ulteriori 1 milione 500 mila nuovi kit dalla fine di gennaio. Nella sola area di Roma, ad esempio, la media di diffusione sarà di circa 4000 kit al giorno".

Ad avvalorare la tesi di Poste Italiane c’è un’indagine del Movimento Difesa del Cittadino che ha visitato gli Uffici Postali in 10 città capoluogo e in 10 piccoli centri verificando che alle 9 del mattino in tutti gli Uffici Postali visitati c’era ampia disponibilità dei kit. Nello stesso tempo – si legge nella nota dell’associazione – si sono notati varie tentativi di "accaparramento" degli stessi da parte di extracomunitari e non che in qualche caso procedevano poi a mettere in vendita i moduli stessi a prezzi variabili da 1 a 5 euro. La conseguenza – spiega ancora il MDC – è stata che già a mezzogiorno alcuni uffici avevano terminato la fornitura di moduli con conseguenti tensioni da parte di chi ne era rimasto sprovvisto. Questi accaparramenti sono dovuti all’errata convinzione sull’utilizzo di questi moduli: il Movimento ricorda, infatti, che i moduli in questione servono esclusivamente per il rinnovo del permesso di soggiorno e non per regolarizzare nuovi ingressi.

Il Movimento Difesa del Cittadino auspica che il Viminale mette al più presto in programma una serie di iniziative di informazione. In primo luogo la distribuzione, entro il prossimo mese, di circa un milione e mezzo di brochure su cui verranno indicati non solo i passi da compiere per il rinnovo del permesso, ma anche tutti i luoghi in cui gli stranieri possono espletare questa ed altre pratiche. Un vademecum che sarà distribuito nei quartieri più abitati e frequentati dagli immigrati.

L’elenco degli Uffici dotati di Sportello Amico è disponibile sui siti www.poste.it e www.portaleimmigrazione.it . Per la compilazione dei moduli i cittadini stranieri possono avvalersi dell’assistenza gratuita degli Enti di Patronato e dei Comuni. Tutte le informazioni utili sono reperibili chiamando gratuitamente il numero verde di Anci 800309309 (che risponde in lingua araba, francese, inglese, spagnola e italiana) o visitando i siti www.portaleimmigrazione.it e www.poste.it .

Comments are closed.