Puglia attua la legge a tutela dei Consumatori

E’ stato pubblicato oggi sul bollettino della Regione Puglia il Regolamento di attuazione della Legge Regionale di tutela del consumatore (L.R. 15 maggio 2006 n. 12) avente ad oggetto "Requisiti, modalità di iscrizione nel Registro, procedure di funzionamento della Consulta regionale dei consumatori e degli utenti e modalità di attuazione dei programmi".

In pratica ai fini dell’iscrizione nel Registro, le associazioni a tutela del consumatore per essere riconosciute dal Consulta regionale dei consumatori e utenti (CRCU), e poter operare devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • "essere costituite per atto pubblico o scrittura privata autenticata da almeno tre anni;
  • avere avuto nel periodo un radicamento nel territorio pugliese in tutela dei consumatori attestato da idonea documentazione avente data certa (ad es.: rassegna stampa, intestazioni di utenze, presenza in rappresentanza dei consumatori presso enti pubblici o privati, apertura di codice fiscale, ecc.);
  • avere come scopo esclusivo la tutela dei consumatori ed una regolamentazione democratica interna;
  • avere approvato il bilancio o il rendiconto economico annuale riferito alle entrate ed alle uscite degli ultimi tre anni;
  • avere un elenco dei soci regolarmente iscritti, con riferimento ai comuni della Puglia, in regola con la quota di iscrizione, non inferiore allo 0,4 per mille della popolazione regionale residente (4.021.000 ISTAT – censimento 2001)
  • avere una regolare tenuta dei libri contabili previsti in relazione alle norme che regolano il tipo di associazione;
  • avere una propria sede regionale con documentata attività in favore dei consumatori da almeno tre anni e altre sedi in almeno quattro comuni pugliesi, dislocate in almeno tre provincie, con documentata attività di assistenza e consulenza in favore dei consumatori;
  • avere, in ambito regionale, legali rappresentanti e dirigenti che non abbiano subito condanne penali o che svolgano attività commerciale, di produzione, intermediazione;
  • non svolgere o non aver svolto come associazione attività di promozione o pubblicità commerciale avente per oggetto beni o servizi prodotti da terzi, o cointeressenze con imprese di produzione, di distribuzione".

Verificate la presenza dei suddetti requisiti le associazioni a tutela del consumatore pugliesi potranno compilare la domanda d’iscrizione, ed entro 15 giorni dalla pubblicazione del regolamento sul BURP, spedire all’Assessorato Sviluppo Economico della regione Puglia in corso Sonnino, 177 con sede a Bari.

Per consultare il testo integrale del regolamento clicca qui.

 

Comments are closed.