RC AUTO. Isvap convoca i big, Codacons: “Con 15 anni di ritardo”

"Finalmente l’Isvap si è reso conto che le tariffe rc auto in Italia sono abnormi e i rincari spropositati, e ha chiamato attorno a un tavolo le compagnie di assicurazioni. Peccato che lo abbia fatto con almeno 15 anni di ritardo!": questo il commento con il quale il presidente Codacons Carlo Rienzi ha accolto la notizia dell’incontro di ieri fra l’Isvap e le principali compagnie di assicurazioni, nel quale sono state chieste iniziative per "contenere l’aumento delle tariffe" Ed è stato annunciato un confronto con i Consumatori.

"Si tratta di un intervento tardivo, – continua Rienzi – e che poco e niente potrà fare per aiutare gli assicurati italiani, che in 15 anni hanno subito rincari rc auto del 175%. Inutile chiudere la stalla quando i buoi sono già scappati! Al contrario, Giannini avrebbe dovuto raccogliere nel tempo le nostre reiterate denunce e colpire duramente le compagnie di assicurazioni, ree di aver applicato rincari costanti e ingiustificati, anche quando i costi a loro carico diminuivano grazie all’indennizzo diretto e alla patente a punti". Il Codacons lamenta inoltre l’assenza all’incontro delle associazioni dei consumatori: "sul fronte della riduzione delle tariffe, la nostra presenza avrebbe portato al tavolo proposte più valide di quelle delle imprese assicuratrici".

Comments are closed.