RC AUTO. Stranieri e polizze, Genialloyd eliminerà da giugno il parametro della cittadinanza

La compagnia assicuratrice Genialloyd da giugno 2011 non utilizzerà nella costruzione delle proprie tariffe per la RC auto il parametro della cittadinanza. È la soluzione conciliativa all’intervento in giudizio di ASGI (Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione) e Associazione Avvocati per Niente (APN) nei confronti della compagnia assicuratrice Genialloyd s.p.a, a sostegno dell’azione giudiziaria anti-discriminazione promossa da un cittadino tunisino avverso la Genialloyd per l’applicazione di una tariffa differenziata fondata sul criterio di cittadinanza per la stipula di un contratto assicurativo RC auto.

Come si legge in una nota congiunta, "a seguito delle istanze formulate dalle associazioni ASGI e APN – dirette ad ottenere da Genialloyd la rimozione della cittadinanza dai parametri utilizzati per la determinazione dei premi di assicurazione per la RC auto – le parti hanno avviato una approfondita discussione volta a superare il problema, dandosi reciprocamente atto della complessità della questione. Ciò con particolare riferimento al delicato rapporto tra le esigenze dell’impresa assicurativa (di rispetto della mutualità e di corretta rappresentazione dei rischi della assicurazione obbligatoria della rc auto) ed il principio fondamentale – invocato dalle associazioni – della parità di trattamento tra italiano e straniero nell’accesso a beni e servizi".

Prosegue la nota: "All’esito di tale confronto Genialloyd, nell’ottica del miglior servizio al cliente, ha accolto la richiesta delle associazioni ed ha deciso che, con decorrenza dal mese di giugno 2011, non utilizzerà nella costruzione delle proprie tariffe per la RC auto il parametro della cittadinanza, riservandosi di sostituirlo con un parametro volto a profilare il rischio in funzione degli anni di guida in Italia o con altro parametro non discriminatorio. Al contempo Genialloyd ha dichiarato la propria intenzione , nell’interesse comune ed anche al fine di uniformare il mercato sul punto, di sottoporre il tema della rilevanza della cittadinanza nell’assicurazione obbligatoria per RC auto all’ANIA e alle istituzioni competenti onde eventualmente stimolare un aperto e più ampio dibattito sul tema".

Comments are closed.