RCAUTO. “Il Salvagente”: autunno nero, i rincari non risparmiano nessuno

Per gli automobilisti italiani si preannuncia un autunno nero e alle prese con i nuovi aumenti della Rc auto. Secondo quanto anticipa "il Salvagente", in edicola giovedì prossimo con un test sull’Rc auto in dieci città italiane, "dopo appena cinque mesi dall’ultimo monitoraggio, un 18enne neopatentato si trova di fronte a una lievitazione dei listini mediamente del 6%, con punte del 10% a Napoli. Dall’altro capo della "filiera" assicurativa non va certo meglio a chi, dopo anni senza incidenti, può contare su una prima classe di bonus-malus: anche per i cinquantenni infatti le polizze sono in aumento di circa il 3%".

Per i neopatentati le tariffe sono una stangata: a Milano e Roma, anticipa il settimanale, in appena cinque mesi le polizze rincarano del 7,6% e a Bologna del 5,8%. A Napoli invece per assicurare una Fiat Punto 1.2 del valore di 1.500 euro ci vogliono oggi almeno 2.600 euro. Aumenti anche per i 50enni in prima classe, pari a Roma e Bologna a più 2,8% e più 2,1% mentre Milano è in controtendenza con un meno 0,90% registrato nelle offerte.

Il Salvagente pubblica inoltre le cinque tariffe più convenienti per dieci grandi città italiane e per quattro profili di utente.

Proprio oggi sul tema Rc auto è intervenuto in audizione alla Camera il Ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola, per il quale gli aumenti delle tariffe nell’Rc auto evidenziate da Mr Prezzi "non sono in linea con la sostanziale riduzione dei costi dei risarcimenti, significativamente diminuiti anche grazie al risarcimento diretto".

Comments are closed.