RCAUTO. Umbria, le polizze più salate sono per i 18enni maschi. Indagine consumatori

Una donna di 18 anni proprietaria di una Punto 1200 a Perugia con una specifica compagnia pagherà 1284 euro di premio; se è invece una 50enne in prima classe di merito con la stessa compagnia ne dovrà versare 646, mentre in classe 14 il costo salirà a 1250 euro. Con la medesima compagnia un uomo pagherà rispettivamente 2376 euro (se diciottenne), 644 euro (se 50enne di classe 1) o 1248 (se cinquantenne di classe 14). Lo rileva l’indagine condotta da tre associazioni dei consumatori umbre (Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Movimento difesa del cittadino) sui costi delle polizze.

L’indagine ha rilevato nel mese di ottobre i costi dei premi assicurativi nelle città di Perugia, Spoleto e Terni, per le diverse tipologie di clienti: maschi o femmine, neopatentati, adulti, e a seconda delle diverse classi di merito. La ricerca rientra nelle attività promosse dalla "Consulta regionale per l’utenza ed il consumo" della Regione dell’Umbria e intende promuovere tra i consumatori la consapevolezza circa costi e condizioni dell’assicurazione RC auto.

Per Cristina Rossetti, del Movimento difesa del cittadino "Le novità normativa in materia di trasparenza e di disdetta del contratto tendono a incentivare il consumatore nella scelta della polizza di assicurazione più vantaggiosa; è ora che il consumatore utilizzi questi strumenti per incentivare la concorrenza tra le compagnie assicurative."

"Abbiamo intervistato – ha spiegato Monica Capotosti della Confconsumatori -circa 300 cittadini per verificare il grado di conoscenza dei dati necessari alla stipula di un contratto assicurativo; ne è emerso un quadro di conoscenza superficiale e un atteggiamento di fiducia acritica verso il proprio assicuratore, che spesso si basa più sull’abitudine che sulla convenienza economica e contrattuale. La nostra indagine costituisce un valido strumento di informazione e tutela per il consumatore"

"L’invio dell’attestazione sullo stato di rischio almeno trenta giorni prima della scadenza, l’indennizzo diretto, la modifica dei termini della disdetta sono importanti innovazioni contenute nel nuovo Codice delle Assicurazioni – ha concluso Paola Giulivi di Cittadinanzattiva – serve un cliente più critico e informato. A questo scopo le nostre Associazioni dei Consumatori forniscono un utile strumento di consulenza e di aiuto per tutti i cittadini".

Comments are closed.