REFERENDUM. Confedilizia pubblica documento per un voto consapevole

In vista del referendum del 25 e 26 giugno per la conferma o il diniego della riforma della Parte Seconda della Costituzione, Confedilizia ha deciso di offrire ai cittadini chiamati ad esprimersi uno strumento per effettuare una scelta consapevole e ponderata. L’associazione di categoria ha così pubblicato sul proprio sito Internet un documento che consente di effettuare con immediatezza e semplicità una comparazione – articolo per articolo – fra tre diversi testi: a) la Costituzione che era in vigore prima della riforma del Titolo Quinto attuata nel 2001 dal Centrosinistra; b) la Costituzione oggi vigente, con le modifiche apportate nel 2001 dal Centrosinistra; c) la Costituzione che risulterebbe dalle modifiche apportate nel 2005 dal Centrodestra con la riforma soggetta al referendum confermativo.

Per facilitare la comprensione delle novità introdotte, sia nel testo riformato nel 2001 sia in quello riformato nel 2005 le modifiche introdotte nei singoli articoli sono evidenziate con caratteri diversi. La consultazione del 25 e 26 giugno – che, a differenza dei referendum abrogativi, non richiede un quorum ai fini della validità del voto – costituisce il secondo appuntamento degli italiani con un referendum confermativo, dopo quello del 7 ottobre 2001 sulla riforma del Titolo Quinto della Costituzione, che si concluse – com’è noto – con esito positivo per la riforma varata dal Parlamento.

Comments are closed.