REFERENDUM. Movimento Consumatori invita a votare per il No

Il Movimento Consumatori invita i cittadini a votare NO al referendum del 25 e 26 giugno prossimi. L’associazione ritiene che la riforma approvata dal Centro-Destra nella scorsa legislatura, stravolga radicalmente l’impianto costituzionale con conseguenze che potrebbero essere devastanti: dai poteri di garanzia del Presidente della Repubblica al procedimento legislativo, dalla composizione del Parlamento a quella della Corte costituzionale, dal CSM allo stesso procedimento di revisione costituzionale.

"Il nucleo della riforma – si legge nel comunicato diffuso dall’associazione – è comunque ed innanzitutto un’assurda concentrazione di poteri nelle mani del Primo ministro, in nome di un fantomatico sistema più agile e di istituzioni più moderne". MC sottolinea che questa concentrazione è in contrasto col principio fondamentale della separazione dei poteri e spezza anche l’equilibrio tra Governo e Parlamento voluto dai costituenti, che, nella capacità del Parlamento di comporre gli interessi, avevano individuato il fulcro della democrazia italiana.

Quanto alla tanto pubblicizzata "devolution", il Movimento Consumatori ritiene che sia sufficiente una lettura neanche tanto attenta del testo per scoprire come la riforma, anziché attribuire nuove competenze agli enti locali, riporti sotto il controllo dello Stato una molteplicità di materie già di competenza delle regioni e degli enti.

Comments are closed.