RICERCA. Tagli alle Università, Mussi: “Uno sforzo per contribuire al risanamento”

"Il presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, Guido Trombetti, il rettore dell’Università Roma Tre, Guido Fabiani, e le decine di rettori e direttori di Enti pubblici di ricerca che mi hanno chiamato protestando con dignità hanno ragione: il taglio del 10% delle spese di gestione degli Atenei e degli Enti pubblici di ricerca previsto dalla "manovrina" è un errore". Lo dichiara il Ministro dell’Università e della Ricerca, Fabio Mussi.

"Ora – aggiunge il ministro – per il 2006, me la sento di chiedere uno sforzo eccezionale alla Comunità scientifica (che già è stata vittima di ripetuti tagli con il governo di centrodestra), per contribuire al risanamento delle finanze pubbliche: stringiamo la cinghia e guardiamo avanti. Ma è del tutto evidente che la legge finanziaria per il 2007 deve correggere l’errore. Nessuno si aspetta miracoli e abbondanza ma se l’Italia, di fronte alla tendenza esplosiva globale, della spesa in ricerca e formazione superiore, annuncia provvedimenti di definanziamento, il mondo ride e noi piangiamo".

Comments are closed.