RIFIUTI. Camera Deputati, via libera definitivo a decreto emergenza Campania

Sì definitivo dell’Aula della Camera alla conversione del decreto legge, approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 6 ottobre scorso, che contiene le misure per contrastare l’emergenza rifiuti in Campania e per la raccolta differenziata. Il testo è stato approvato a Montecitorio con 266 voti a favore e 219 contrari. Il provvedimento approvato oggi alla Camera assegna le funzioni di Commissario delegato per l’emergenza rifiuti in Campania al Capo del Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il periodo necessario al superamento di tale emergenza e comunque non oltre il 31 dicembre 2007.

Il Commissario potrà avvalersi della collaborazione di tre sub-commissari e costituire una Commissione di cinque esperti nella soluzione delle emergenze ambientali. Il commissario dovrà provvedere alla ridefinizione delle condizioni per l’affidamento del servizio di smaltimento dei rifiuti nella regione Campania, sulla base delle migliori tecnologie immediatamente disponibili; nel frattempo, toccherà a lui individuare le soluzioni ottimali per lo smaltimento dei rifiuti e delle cosiddette ecoballe nelle cave dismesse o abbandonate.

Quanto alla raccolta differenziata, l’obiettivo è arrivare ad almeno il 50 per cento, mentre si dispone l’utilizzo delle discariche già autorizzate o realizzate dal Prefetto di Napoli, nonché delle ulteriori discariche individuate dal nuovo Commissario delegato, che avrà la facoltà di sospendere, d’intesa con le regioni interessate, il conferimento di rifiuti speciali provenienti da fuori regione e di proporre al Presidente della regione Campania, limitatamente al periodo di permanenza dello stato di emergenza, modifiche del piano cave.

 

Comments are closed.