RIFIUTI. Discariche a Milano, Italia non rispetta sentenza Corte Ue

Non è solo Napoli il buco nero della gestione italiana dei rifiuti. Oggi la Commissione europea ha rinviato a giudizio l’Italia, dinanzi alla Corte di giustizia Ue, per la mancata applicazione di una sentenza della Corte del 2004 riguardante 3 discariche nei pressi di Milano. Tali discariche contengono rifiuti pericolosi e costituiscono una minaccia per l’aria e le acque locali. A distanza di 6 anni dalla sentenza della Corte una discarica è stata dismessa, ma le altre 2 non sono ancora state bonificate. L’Italia potrebbe incorrere nel pagamento di sanzioni pecuniarie che consistono in un’ammenda giornaliera di 195.840 euro a decorrere dalla data della seconda sentenza della Corte fino ad avvenuta applicazione della decisione, più una somma forfettaria che corrisponde a 21.420 euro per ogni giorno decorso dalla data della prima sentenza della Corte fino alla seconda sentenza della Corte.

Comments are closed.