RIFIUTI. IVA sulla TIA, Federconsumatori: reintrodurla è atto vergognoso

La Federconsumatori denuncia la dichiarazione del Sindaco di Roma, Gianni Alemmano, secondo la quale sarebbe prossima nella Capitale la reintroduzione dell’IVA del 10% sulla Tia. La presa di posizione del Sindaco giunge dopo l’emanazione di una circolare del Ministero che precisa, infatti, che la tariffa ambientale deve "continuare a essere assoggettata all’Iva".

"Così facendo i romani vengono beffati due volte: la prima con l’aumento del 10% attuato lo scorso anno, l’altra con la reintroduzione dell’IVA che farà crescere la bolletta di un ulteriore 10%" sostiene in una nota l’Associazione riferendosi all’aumento sulla tassa introdotto l’anno scorso per bilanciare il perduto introito derivante dall’IVA.

"Un vero e proprio atto vergognoso ed irrispettoso nei confronti delle famiglie romane e dei 6 milioni di famiglie, pari a 17 milioni di cittadini, a livello nazionale" sostiene Federconsumatori secondo la quale "è ora che il Governo si assuma le proprie responsabilità politiche e, con l’Agenzia delle Entrate, prendano una posizione decisa e risoluta, facendo chiarezza su tale vicenda e dando finalmente applicazione alla sentenza della Corte Costituzionale, sospendendo l’IVA sulle bollette e aprendo la strada ai rimborsi di quanto versato finora dai cittadini, in maniera non dovuta".

Comments are closed.