RIFIUTI. Provincia Milano, Unione presenta odg per dire no alle discariche

La Provincia di Milano oggi non è autosufficiente sul piano dello smaltimento dei rifiuti, visto che una parte va smaltita in altre province, ma l’Unione ha annunciato – in un ordine del giorno presentato oggi – una serie di misure per raggiungere la piena autosufficienza entro il 2012.
"Il Piano rifiuti della Provincia di Milano, approvato recentemente dalla Giunta di Palazzo Isimbardi, prevede che sia raggiunta l’autosufficienza nei prossimi cinque anni. Noi proponiamo che lo smaltimento dei rifiuti avvenga solo attraverso la termovalorizzazione, chiudendo le discariche esistenti e potenziando la raccolta differenziata.", ha dichiarato Filippo Penati, presidente della Provincia di Milano, annunciando che è stato presentato da tutta l’Unione in Consiglio provinciale un ordine del giorno che accompagna il piano provinciale dei rifiuti, attualmente in discussione in aula.

L’ordine del giorno, che esprime "vivo apprezzamento per l’impostazione complessiva del piano, la sua articolazione e i criteri che lo hanno ispirato", ritiene "utile e corretto, anche per scongiurare possibili future emergenze, incrementare la capacità di smaltimento, nella logica del ciclo integrato dei rifiuti, impegnandosi nel contempo a superare le attuali carenze in ordine agli impianti per il recupero per il trattamento della frazione secca e per il compostaggio di qualità".

Al fine di perseguire l’autosufficienza provinciale inoltre, l’ordine del giorno dell’Unione ritiene "utile verificare innanzi tutto la possibilità di ampliamento e/o di rifacimento degli impianti di termovalorizzazione esistenti al fine di evitarne la proliferazione" e "orientarsi alla realizzazione di nuova impiantistica tramite la termovalorizzazione, per la quota eventualmente eccedente di rifiuti non altrimenti trattabili", secondo "principi innovativi e di salvaguardia ambientale".

"Con l’ordine del giorno presentato oggi da tutta l’Unione, il Piano rifiuti rappresenta un punto qualificante dell’amministrazione provinciale, perché punta a realizzare l’obiettivo ambizioso dell’autosufficienza, dicendo no alle discariche e sì al potenziamento della raccolta differenziata e alla termovalorizzazione, perché non ci debba più essere un chilogrammo di rifiuti fuori dalla Provincia di Milano" ha concluso il Presidente della Provincia di Milano.

Comments are closed.