RIFIUTI. Rimborso IVA, Federconsumatori: Governo sta cercando di negare i rimborsi

Federconsumatori ritiene che sia "gravissimo e del tutto improponibile l’emendamento al decreto legge incentivi presentato in Commissione Finanze e Attività produttive alla Camera dal deputato del Pdl e Assessore al Bilancio del Comune di Roma Maurizio Leo". "Con tale tentativo – scrive Federconsumatori in una nota – si vuole legalizzare un vero e proprio scippo ai cittadini, negando loro i rimborsi dovuti per aver pagato indebitamente, per anni, l’IVA sulla TIA, la cui applicazione è stata riconosciuta illegittima dalla Corte Costituzionale".

Federconsumatori da tempo ha lanciato la campagna per la richiesta dei rimborsi e per la sospensione immediata dell’applicazione dell’IVA sulla TIA, avviando anche delle cause di inibitoria nei confronti di alcuni Comuni. Finora, tale iniziativa ha raccolto centinaia di migliaia di adesioni e sostegno da parte dei cittadini, pronti a rivendicare il rimborso di quando è stato loro sottratto in questi anni.

"Dopo la circolare dell’Agenzia delle Entrate che ha dichiarato a tutti gli effetti non applicabile l’IVA sulla TIA – aggiunge l’Associazione dei consumatori – oggi, a fare marcia indietro, è la maggioranza di Governo, che tenta di trovare un escamotage per aggirare il rimborso. Metteremo in campo ogni iniziativa possibile perché tale provvedimento non trovi applicazione, naturalmente confidando anche in un sussulto di responsabilità da parte del Parlamento e del Governo, affinché decida di rispettare i diritti dei cittadini e ritiri questo inaccettabile provvedimento".

 

Comments are closed.