RIFIUTI. UNC Siracusa chiede obbligo conciliazione nei contratti di appalto dell’ATO 1

L’Unione Nazionale Consumatori di Siracusa ha incontrato il presidente dell’ATO 1 per chiedere di inserire nei capitolati d’appalto con le società private la previsione che ogni società si doti di una "Carta dei servizi" e che abbia l’obbligo di usare la conciliazione in eventuali controversie. In una nota indirizzata al presidente dell’ATO 1 Siracusa, il presidente provinciale UNC Luigi Giarratana, anche a partire dalla considerazione che la Tarsu o qualsiasi imposta sui rifiuti "è spesso causa di controversia tra i Comuni, il cittadino e le società di servizio", chiede "di considerare ed inserire nelle clausole a carico delle società appaltatrici, l’obbligo e l’onere delle "procedure di conciliazione" a tutela del cittadino-consumatore da effettuare con una Associazione dei Consumatori, prima di procedere a controversia civile del "Giudice di Pace" sospendendo in attesa qualsiasi azione legale, fino al termine della procedura positiva o negativa, onde possibilmente ridurre i tempi della questione".

Comments are closed.