RIMPARMIO. Bond Parmalat, altre sentenze condannano le banche. Soddisfazione di Confconsumatori

Ancora vittorie giudiziarie per i risparmiatori. Il Tribunale di Catania, in quattro recenti sentenze, ha ammesso il diritto di alcuni clienti alla restituzione, da parte delle banche, delle somme investite in obbligazioni Parmalat. I cittadini si erano rivolti alla Confconsumatori per essere tutelati nei confronti di tre istituti bancari (due azioni legali erano state presentate contro la stessa banca). Il contenuto delle decisioni sarà illustrato domani alle 10:30 nel corso di una conferenza stampa, presso la sede della Confconsumatori di Catania in Piazza Duca di Genova 23.

 

Nella prima sentenza, il Tribunale catanese ha dichiarato la nullità del rapporto di intermediazione per l'omessa sottoscrizione del "contratto quadro" alla data dell'ordine di acquisto. In due successive decisioni è stato dichiarato l'inadempimento della banca convenuta agli obblighi contrattualmente assunti nei confronti dei risparmiatori ed è stata accolta la domanda di risarcimento danni. Con la quarta sentenza, il Tribunale, in seguito alla perizia del CTU, e pronunciandosi definitivamente nella causa per la quale già nella scorsa primavera era stata emessa sentenza non definitiva, ha condannato la banca al pagamento delle somme dovute al risparmiatore. "Le sentenze del Tribunale di Catania – hanno affermato i legali dell'associazione – confermano che hanno fatto bene i risparmiatori a citare in giudizio le banche che hanno loro venduto le obbligazioni Parmalat".

Comments are closed.