RISPARMIO. Aduc: “Bene al Senato emendamento per consulenza finanziaria indipendente”

Il Senatore Gianpaolo Silvestri (Verdi) ha presentato al Senato l’emendamento alla Legge Comunitaria 2006 che intende abolire l’obbligo di costituire una Società per Azioni per lo svolgimento dell’attività di consulenza finanziaria. L’emendamento era stato proposto dall’Aduc che afferma: "Nella legge comunitaria 2006 che è stata approvata alla Camera il Governo ha presentato un emendamento (approvato) che riserva l’esercizio dei servizi d’investimento alle Banche ed ai soggetti autorizzati "costituiti in forma di società per azioni". Se questo testo passasse anche al Senato, la consulenza finanziaria indipendente, svolta da liberi professionisti e retribuita esclusivamente a parcella, di fatto non sarebbe più esercitabile".

"E’ evidente – prosegue l’associazione – che questo effetto, oltre ad essere contrario alla direttiva comunitaria, sarebbe un notevole regalo alle Banche ed in generale all’industria del risparmio gestito". La direttiva comunitaria 2004/39/CEE (MIFID) – spiega la nota – inserisce il servizio di consulenza finanziaria fra i servizi d’investimento principali che richiedono quindi una specifica autorizzazione. La stessa direttiva prevede che i soggetti che esercitano esclusivamente l’attività di consulenza finanziaria possono essere persone fisiche (con specifica assicurazione professionale) o società con un capitale sociale minimo pari a 50.000 euro. I Paesi europei che stanno recependo la direttiva (Gran Bretagna, Germania, Francia, Svizzera e Belgio) prevedono l’autorizzazione alle persone fisiche ed alle piccole societa’ di svolgere esclusivamente il servizio di consulenza finanziaria.

Comments are closed.