RISPARMIO. Altroconsumo: ingannevoli le pubblicità sui Piani di Accumulo Capitale

Da Altroconsumo arriva un avviso ai piccoli risparmiatori che hanno intenzione di far crescere il proprio capitale, partendo anche da cifre ridotte. "State attenti alle pubblicità dei Piani di Accumulo Capitale (PAC). Sembrano allettanti, ma spesso distorcono la verità". E’ quanto scrive l’associazione dei consumatori ricordando che i Piani di Accumulo Capitale sono delle soluzioni di investimento basate su versamenti periodici su uno o più prodotti finanziari.

Altroconsumo ha analizzato alcune pubblicità dei PAC e ha concluso che "non bisogna credere ciecamente alle descrizioni che i gestori sottopongono ai clienti". "Le pubblicità, per esempio quella proposta dalla Pioneer Investments, elogiano la modalità di investimento a rata come la miglior soluzione per trasformare le oscillazioni del mercato in opportunità di guadagno. Ma – denuncia Altroconsumo – il grafico proposto dalla Pioneer riporta delle oscillazioni assolutamente non realistiche. Dopo il crollo finanziario dello scorso anno l’indice Mondiale delle Borse ha perso il 16,7% e i maggiori rialzi mensili storicamente non sono superiori al 10%".

C’è poi da stare attenti anche sui costi: "alcuni gestori, come Eurizon, fanno pagare costi fissi ad ogni versamento". Inoltre, "se la società di gestione fa gravare le commissioni di sottoscrizione maggiormente sul primo versamento, e ripartisce la restante parte sulle rate successive, uscire in anticipo dal PAC può essere molto costoso".

Comments are closed.