RISPARMIO. Azioni Shell, possibile il rimborso delle azioni acquistate tra il 1999 e 2004

Gli azionisti che hanno acquistato le azioni Shell e Royal Dutch Petroleum su un mercato azionario esterno agli Stati uniti, tra l’8 aprile 1999 e il 18 marzo 2004, e che risiedevano o erano domiciliati al di fuori degli Stati Uniti al momento dell’acquisto, possono chiedere e ottenere un risarcimento. Lo prevede l’Accordo di risoluzione stipulato tra Shell e altri e dichiarato vincolante il 29 maggio scorso dalla Corte di Appello di Amsterdam. L’Accordo di risoluzione prevede tale possibilità dal momento che nell’arco di tempo citato le società in questione hanno comunicato dati non veritieri al mercato falsando dunque gli acquisti da parte degli azionisti.

Gli azionisti interessati hanno tempo fino al 5 novembre 2010 per notificare la propria richiesta compilando e presentando il modulo di richiesta all’amministratore (via e-mail all’indirizzo info@royaldutchshellsettlement.com o tramite servizio postale Royal Dutch Shell Settlement Administration P.O. Box 62677 London EC2P 2UB United Kingdom).

Dal momento che la risoluzione è stata dichiarata vincolante, gli azionisti che non desiderano avvalersi del rimborso devono fornire notifica all’amministratore entro e non oltre il 28 febbraio 2010.

Comments are closed.