RISPARMIO. Bond Argentina, TFA: termini peggiorativi, nessun contatto dal Governo del Paese

I termini della nuova offerta saranno peggiorativi rispetto a quanto concesso nel 2005. È quanto conferma il presidente della Task Force Argentina Nicola Stock in una lettera inviata alle associazioni dei consumatori del tavolo ABI. "In Italia, l’Associazione TFA stima la presenza di circa 6 miliardi di dollari di dette obbligazioni non conferite all’OPS, di cui 4,5 miliardi di dollari detenute da circa 180.000 obbligazionisti che hanno avviato un arbitrato contro la Repubblica Argentina presso l’International Centre for the Settlement of Investment Disputes (ICSID), tribunale che opera sotto l’egida della Banca Mondiale", scrive Stock, sottolineando che il ministro dell’Economia della Repubblica Argentina Amado Boudou "ha al riguardo dichiarato che i termini della nuova offerta – senza specificame i dettagli – saranno peggiorativi rispetto a quanta concesso nel 2005".

"In merito, – scrive Stock – ritengo opportuno chiarire che nessun rappresentante del Governo argentino o delle banche internazionali che seguono tale operazione ha preso contatto con il sottoscritto o con l’Associazione TFA. Il Governo argentino sta quindi reiterando, nei modi e nei termini, quanta gia compiuto nel 2005".

Comments are closed.