RISPARMIO. Bond Argentina: Tribunale Cuneo condanna Bnl: “Risarcirà 154mila euro”

La Bnl dovrà risarcire 154.000 euro a dei risparmiatori a cui ha venduto titoli argentini. A darne notizia l’Adusbef riportando la sentenza del Tribunale di Cuneo. Con la sua decisione, il Tribunale, spiega l’associazione dei consumatori, "consolida la tesi dell’offerta pubblica indiretta da parte delle banche, che, dopo aver appreso dell’imminente default della Repubblica argentina, si sono adoperate per addossare ad oltre 450.000 risparmiatori titoli fasulli e già in partenza avariati".

Nella gran parte dei casi, i bond sono stati infatti venduti "in contropartita diretta, quindi prelevati dal portafoglio titoli delle stesse banche e non acquistati dietro richiesta sui mercati". Il tribunale ha quindi condannato la Bnl alla "corresponsione di quanto pagato dai risparmiatori, pari a 154.250 euro, oltre interessi legali dal momento dell’esborso sino al saldo".

L’associazione a difesa dei consumatori annuncia che continuerà la battaglia giudiziaria per ottenere i rimborsi e chiede che la legge sul riordino del risparmio preveda "congrui indennizzi e dure sanzioni per le banche ma anche per le sonnecchianti autorità di vigilanza".

Comments are closed.