RISPARMIO. Bond Argentina, ascoltato legale Federconsumatori nel processo ICSID

Il giorno 10 aprile presso la Banca Mondiale in Washington è stato ascoltato come teste esperto sui Bond Argentina l’Avv. Prof. Massimo Cerniglia, Coordinatore legale Nazionale della Federconsumatori nel processo promosso da 180.000 risparmiatori organizzati dalla Task Force contro il Governo Argentino. Ne da notizia l’Associazione che spiega: "Il nostro consulente è stato chiamato a testimoniare dal Governo Argentino a seguito dell’Attestazione che aveva rilasciato lo scorso anno, con il quale aveva dichiarato in particolare che il metodo vincente della Federconsumatori per le cause era stato quello di selezionare in modo rigoroso i casi da portare in giudizio. In altre parole la Federconsumatori ha operato con alto senso di responsabilità, a fronte della criticità della negoziazione".

Il Governo Argentino sosteneva, invece, che i risparmiatori avrebbero potuto ottenere ogni ristoro dei danni non già dall’Argentina ma dalle banche.

L’Avv. Cerniglia è stato interrogato in modo serrato nell’ambito del processo, per oltre 3 ore, ed ha confermato il metodo della Federconsumatori, pur sottolineando la corresponsabilità di molte banche italiane nella poco responsabile negoziazione dei Bond Argentini a migliaia di famiglie, pensionati, operai ed impiegati.

"Dalla partecipazione all’udienza del nostro coordinatore legale si è avuta la sensazione che l’arbitrato ICSID sia un importante strumento legale che potrebbe consentire un lodo favorevole ai risparmiatori" fanno sapere da Federconsumatori.

L’Associazione, comunque, fa presente che, in caso di esito negativo dell’arbitrato, i risparmiatori, previa valutazione dei singoli casi, potranno avanzare le loro richieste risarcitorie nei confronti delle banche, come già avvenuto, con successo, nei numerosi procedimenti avviati finora.

Comments are closed.