RISPARMIO. Bond Argentina, vittoria a tempo di record di Confconsumatori Prato

Risarcimento, a tempo di record, ottenuto da una giovane coppia che aveva acquistato Bond Argentini. La vittoria è stata ottenuta grazie all’intervento di Confconsumatori Prato che ha assistito la coppia: il Tribunale di Prato ha condannato la Cariprato, ora Banca Popolare di Vicenza a risarcire i risparmiatori del capitale perduto, pari a circa 10.000 euro, più tutti gli interessi legali dal giorno in cui i titoli furono acquistati e le spese legali sostenute. La coppia in questione aveva acquistato i titoli nell’agosto 2001, cioè pochissimi mesi prima del fallimento argentino, avvenuto a dicembre dello stesso anno.

Particolarmente significativi i tempi brevi con cui i risparmiatori hanno ottenuto giustizia, grazie al procedimento sommario utilizzato dai legali della Confconsumatori. Grazie a questa rapida procedura, gli atti sono stati depositati in Tribunale a marzo 2011 e la sentenza è arrivata già a luglio.

La banca è stata condannata per violazione degli obblighi imposti dalla normativa vigente ed in particolare dal regolamento Consob n. 11522/1998: la banca, cioè, non ha fornito al risparmiatore tutte le informazioni necessarie a consentire di fare una scelta consapevole in ordine alla natura ed ai rischi dell’investimento in un titolo che, come quello argentino, già indicato dalle agenzie, con un rating progressivamente sempre più basso.

"Si tratta di una vittoria importante – afferma il presidente di Confconsumatori Prato Marco Migliorati – perché conferma la bontà della battaglia intrapresa anni fa dalla nostra associazione per difendere i risparmiatori traditi". "I risparmiatori devono sapere – aggiungono gli avvocati Daniele Nicolin e Alessandro Fagni, che hanno difeso i risparmiatori – che i loro risparmi perduti possono essere recuperati e ciò è anche possibile in tempi brevi. Purché si agisca contro le banche prima che i tempi di prescrizione siano decorsi, ovvero entro novembre 2011". La Confconsumatori può essere contattata al numero 380.4640227 o via mail all’indirizzo, confconsumatoripo@libero.it

Comments are closed.