RISPARMIO. CTCU: risparmiatori apprezzano sempre più i conti deposito

Sarà stata la crisi e soprattutto il ricordo ancora fresco dei vari crack, ma i risparmiatori italiani sono ormai alla ricerca di prodotti finanziari più sicuri, che offrano un rendimento piccolo, ma certo. E sono sempre di più i consumatori che si interessano ai conti deposito, o conti risparmio, che sono generalmente a costo zero, non soggetti ai rischi del sistema finanziario, e gli interessi percepiti sono tassati con un’aliquota del 27%.

Lo scrive in una nota il Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano (CTCU), che presenta un riepilogo delle più importanti offerte di conti deposito, sul mercato italiano al 10 gennaio 2010. Il CTCU spiega che il conto deposito non è un classico conto bancario su cui si possono fare pagamenti e ricevere accrediti da terzi, ma è un conto sul quale si effettua il deposito di un certa somma di denaro. Su tale deposito si matura un interesse mediamente più elevato di quello percepito attraverso un normale conto corrente bancario.

"Si tratta di una forma di investimento a breve termine – precisa il CTCU – che può senz’altro essere presa in considerazione in un’epoca, come quella attuale, di forti incertezze finanziarie".

Come si fa ad aprire un conto deposito? Bisogna possedere un conto corrente di appoggio (anche presso una banca diversa da quella del conto deposito), attraverso il quale vengono effettuati i versamenti ed i prelevamenti sul e dal conto di deposito.

E come si sceglie un conto di deposito? Il CTCU spiega che non basta prendere in considerazione solo il tasso di interesse pubblicizzato nell’offerta, bisogna anche considerare l’ammontare minimo della somma o delle somme che si vogliono investire, la durata dell’offerta di tasso vantaggioso, l’ammontare e il periodo di capitalizzazione (trimestrale, semestrale, annuale o altro) degli interessi. Un elemento da valutare è quindi la durata, importante anche per chi vuol parcheggiare i propri soldi solo per breve tempo (tre, sei, dodici mesi).

LINK: La tabella con le offerte dei conti deposito

Comments are closed.