RISPARMIO. CdM, primo via libera al decreto

Il Consiglio dei ministri ha dato un primo via libera al decreto legislativo che adegua il Testo unico bancario, il Testo unico sulla finanza e le norme in materia antitrust alla nuova disciplina sul risparmio. La possibilità di partecipazione al Cicr, il comitato di alta vigilanza sul credito, è stata allargata anche a Consob e Antitrust. Il testo passa ora all’esame del Parlamento

Lo ha detto il ministro dell’Economia Tommaso Padoa-Schioppa nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, precisando che il testo varato dal CdM prevede la facoltà del ministro dell’Economia di invitare Antitrust e Consob alle riunioni, mentre il primo testo del provvedimento prevedeva la presenza stabile delle due autorità alle riunioni del comitato.

L’obiettivo, ha spiegato Padoa-Schioppa d’accordo con il governatore della Banca d’Italia, è quello di ampliare "il perimetro di partecipazione al Cicr, tenendo conto del fatto che oggi la tutela del risparmio investe anche altre autorità".

Comments are closed.