RISPARMIO. Confconsumatori: prima sentenza del Tribunale di Trento su azioni Parmalat

"Il Tribunale di Trento ha recentemente pronunciato una sentenza di particolare importanza, perché trattasi della prima che riguarda l’acquisto non di obbligazioni, bensì di azioni Parmalat". Lo rende noto Confconsumatori in una nota in cui precisa che per il Tribunale, se è vero che nell’acquisto di azioni è sempre insito un certo rischio, è altrettanto vero che quello di titoli Parmalat nel dicembre 2003-2004 costituiva una pura speculazione, con prevedibile perdita di capitale.

La banca, quindi – spiega l’associazione – avrebbe dovuto astenersi dall’effettuare quell’operazione per conto del cliente, ai sensi dell’art. 29 del Regolamento Consob. "La sentenza riconosce diverse circostanze sulle quali Confconsumatori da tempo si batte – dichiara l’avv. Giovanni Franchi, coordinatore della Consulta legale – e cioè il fatto che tutte le banche sapevano come stavano le cose nel dicembre 2003, che le stesse avrebbero dovuto impedire l’acquisto dei titoli di quella società e, ancora, il fatto che la relativa violazione dà luogo a nullità del contratto".

 

Comments are closed.