RISPARMIO. Finmek, Confconsumatori illustra prima sentenza favorevole

In una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina, Confconsumatori ha illustrato la prima sentenza italiana ottenuta dall’Associazione sull’acquisto di obbligazioni Finmek. Il Tribunale di Ferrara – spiega Confconsumatori – ha condannato la banca che aveva venduto bond Finmek, al risarcimento del danno – quantificato sulla base del prezzo d’acquisto, attualizzato con il tasso legale degli interessi, detratto il valore delle cedole riscosse e il prezzo residuo dei titoli.

In particolare, il Tribunale ha verificato l’inadempimento, da parte della Banca, degli obblighi di:
1) informare il cliente investitore sulla natura, rischi e implicazioni della specifica operazione, che possano incidere sulla decisione dell’investimento;
2) astenersi dall’effettuare operazioni non adeguate per tipologia, oggetto, frequenza o dimensione alla situazione concreta ed attuale dell’investitore.

Nel caso di specie, l’Istituto di credito ha fornito un’informazione troppo generica e standardizzata, limitandosi a consegnare il "Documento sui rischi generali degli investimenti in strumenti finanziari". Inoltre, i titoli in esame erano stati emessi, senza rating, da una finanziaria estera, al solo scopo di coprire i debiti della società italiana, che, al tempo in cui era vigore il vecchio testo dell’art. 2410 Codice civile, il quale vietava l’emissione di obbligazioni per somme superiori al capitale versato ed esistente, non poteva più emettere alcunché in Italia.

Comments are closed.