RISPARMIO. Gli italiani pagano con la carta, più sicura e veloce, ma non per le spese quotidiane

La maggior parte degli italiani paga con la carta, invece che in contanti, perché la considera uno strumento più comodo e veloce. Secondo un sondaggio condotto dall’ISPO, l’Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione, diffuso oggi, il 77% degli intervistati considera la "moneta elettronica" lo strumento più comodo, soprattutto durante viaggi e vacanze o periodi intensi di shopping, infatti permette movimenti o acquisti in maggiore tranquillità, senza preoccupazioni di furti o smarrimenti.

Il 65% degli italiani preferisce la carta perché fa "saltare" le code, soprattutto ai caselli autostradali o ai supermercati (53%); l’80% degli intervistati si sente più tranquillo perché sa che in caso di furto è sufficiente una telefonata a bloccare la carta, il 92% della popolazione, infatti, considera rischioso girare con molti contanti in tasca.

Un altro strumento prezioso per il 68% degli italiani è l’estratto conto che facilita la gestione delle spese; per le casalinghe e per gli ultrassessantacinquenni è un utilissimo mezzo di pianificazione finanziaria.

Ma quando si tratta di affrontare le spese quotidiane, gli italiani sono ancora legati al "contante", e da questo punto di vista il nostro Paese è ancora in ritardo rispetto al resto d’Europa. Un italiano fa in media 21,6 operazioni all’anno con la carta, mentre la media europea è di 50,5.

Comments are closed.