RISPARMIO. My way/4 you, Tribunale Firenze condanna Mps. Soddisfazione dell’Aduc

Ancora una vittoria per i risparmiatori italiani. Il Tribunale di Firenze ha condannato la Banca Monte Paschi di Siena a restituire ad un consumatore rate ed interessi legali (oltre che a risarcire il danno subito) a seguito della stipula del Piano Finanziario "My way/4You". Motivazione: il diritto del cittadino alla piena trasparenza nell’ambito dei rapporti bancari. Viva soddisfazione è stata espressa dall’Aduc, che aveva sostenuto l’attore nella causa intentata nel 2003. Principale novità della decisione giudiziaria è il riconoscimento del danno finanziario ed il susseguente risarcimento.

"Dopo quattro anni, – afferma l’Avv. Anna Maria Fasulo, coordinatrice ufficio legale Aduc – ecco la sentenza a noi totalmente favorevole: viene sancito il diritto del consumatore/risparmiatore alla trasparenza e alla correttezza, nonche’ al rispetto (anche nei rapporti bancari) dei principi dell’ordinamento sulla tutela dei consumatori. La sentenza conferma che i tentativi del Mps coi tavoli di conciliazione, erano solo per nascondere gli illeciti che la banca aveva commesso nel concepire, promuovere e vendere questi piani finanziari. Purtroppo molti risparmiatori avevano abboccato a questi tavoli che avevano dato risultati accettabili solo per il 21% di chi vi aveva fatto ricorso".

La decisione presa dal Tribunale di Firenze, susseguente alla sentenza del Giudice istruttore dott.ssa Giuseppina Guttadauro, stabilisce l’inefficacia del contratto denominato Piano Finanziario "4You" e condanna "la Banca Monte dei Paschi di Siena Spa a restituire all’attore le rate del piano pagate oltre interessi legali calcolati sulle somme sborsati alla data della domanda nonchè sulle rate pagate dopo la proposizione della domanda da ogni singolo esborso fino all’integrale restituzione sull’intera somma. Il tribunale ha inoltre condannato la stessa al risarcimento del danno subito dall’attore calcolato dalla consulenza tecnica e alla refusione delle spese legali e di consulenze di parte e d’ufficio"

Comments are closed.