RISPARMIO. Parmalat, Confconsumatori: “Da oggi è possibile costituirsi parte civile”

Siete risparmiatori vittime del crack Parmalat? Da oggi 18 dicembre fino all’11 gennaio 2008 potete costituirvi parte civile nei procedimenti giudiziari in corso. Lo rende noto Confconsumatori, in riferimenti ai processi penali avviati a Milano contro Morgan Stanley, Citigroup, UBS e Deutsche Bank, ed a Parma contro Tanzi, amministratori del gruppo Parmalat e società collegate. Secondo l’associazione, gli interessati potranno richiedere, oltre alla restituzione del denaro investito, anche il risarcimento del danno morale subito.

"Confconsumatori – sottolinea l’associazione – sta seguendo, dal gennaio 2004, i propri associati in possesso di obbligazioni e/o azioni Parmalat, mettendo in atto ogni iniziativa possibile. Oggi, è sempre più fondata la convinzione che, chi si costituisce parte civile nei processi penali, potrà ottenere anche il risarcimento del danno morale da coloro che hanno contribuito a causare il crack (in particolare le banche straniere)". L’associazione precisa inoltre che "in questi processi penali si possono costituire anche coloro che hanno ottenuto, con cause civili o con transazioni, risarcimenti del danno patrimoniale". Per chiarimenti ed informazioni, i cittadini possono recarsi presso la sede Confconsumatori più vicina, presentando la necessaria documentazione.

Comments are closed.