RISPARMIO. Portogallo sempre più in crisi, Altroconsumo: vendere le obbligazioni

I prezzi attuali delle obbligazioni portoghesi non giustificano più il rischio, diventato troppo elevato: il giudizio su questi bond di soldi.it, il sito di informazione finanziaria di Altroconsumo, passa a "rischioso", ed il consiglio è di venderli. Dal Portogallo, infatti, arrivano notizie che non rassicurano per nulla. L’istituto nazionale di statistica portoghese ha rilevato come il rapporto tra il deficit (il saldo tra entrate e uscite statali) e il Pil (la ricchezza complessivamente prodotta nel Paese) si sia attestato nel 2010 all’8,6%, ben lontano dal 7,3% che Lisbona aveva "promesso" all’Unione Europea. Ieri la Banca centrale portoghese ha abbassato ulteriormente le previsioni sul Pil 2011, prevedendo ora un calo dell’1,4% (è il terzo anno di recessione per il Paese).

Per le agenzie di rating l’affidabilità del Paese rasenta a malapena la sufficienza, ma quello che più preoccupa gli esperti dell’Associazione sono i debiti consistenti che il Paese deve rimborsare a breve: il Paese dovrà verosimilmente ricorrere al fondo di salvataggio europeo. Questa soluzione molto probabilmente implicherebbe una ristrutturazione del debito e ciò significa rimborso parziale del vostro credito.

Comments are closed.