RISPARMIO. Sempre più diffuso il ricorso alle carte di pagamento. Elaborazione CCIAA Milano

Sempre più diffuso in Italia il ricorso all’acquisto tramite carte. Nel 2007 un terzo dei pagamenti è avvenuto tramite carta di credito o bancomat per un importo complessivo che sfiora i 129 miliardi di euro, in crescita dell’86% dal 2003. Ogni italiano ha a disposizione per le proprie spese 1,14 carte di credito, più di Paesi come la Francia e la Danimarca ma ancora al di sotto delle cifre registrate da Gran Bretagna o Germania. Un fenomeno in crescita, del 5,8% in un anno, più di Giappone (3,4%) o Stati Uniti (0,7%). Emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano su dati Banca Centrale Europea 2008 e Bank for International Settlements 2008.

È finita l’era della "cash society" quando negli anni ’60 e ’70 si viveva appunto in una "società del pagamento in contanti", adesso il credito è offerto ai consumatori attraverso una miriade di strumenti finanziari ed è diventato il lubrificante della vita economica. Oggi il ricorso al credito non è più limitato ai tradizionali beni di investimento come gli immobili o l’acquisto dell’autovettura, degli arredi di casa e degli elettrodomestici, ma i finanziamenti vengono chiesti anche per l’acquisto dei generi di prima necessità, per "fare la spesa".

"La Camera di commercio è impegnata a promuovere un mercato trasparente per consumatori e imprese – ha dichiarato Lucia Moreschi, consigliere della Camera di commercio di Milano – Siamo attivi con strumenti di regolazione come i contratti tipo, pareri sulle clausole vessatorie, codici di autodisciplina, la conciliazione anche nel settore del credito. Con una attenzione ancora maggiore in un momento delicato come quello attuale, in cui le difficoltà internazionali stanno incidendo su abitudini e possibilità di consumo di tante famiglie, e in un impegno congiunto con le altre istituzioni e con le associazioni dei consumatori".

L’incontro è servito anche a presentare il "Parere sulla vessatorietà delle clausole contenute nei contratti di credito al consumo tramite carte revolving" realizzato dal servizio Armonizzazione del mercato della Camera di commercio di Milano con la collaborazione della CCIAA di Roma, approvato dal Ministero dello Sviluppo Economico e partecipato al sistema camerale tramite Unioncamere nazionale che si può consultare sul sito della Camera di Commercio.

Comments are closed.