Riscaldamento. Indagine HC su costi revisione caldaie in collaborazione con MDC

A partire dal 15 ottobre fino al primo dicembre tutti comuni italiani, prima quelli del nord poi quelli del sud, potranno accendere i riscaldamenti. È questo, dunque, il periodo giusto per ogni famiglia di far controllare il corretto funzionamento della caldaia ed essere in regola con la normativa vigente.

Help Consumatori, la prima agenzia on line dedicata ai consumi, ha effettuato un’indagine sui costi di revisione delle caldaie nel nostro paese in collaborazione col Movimento Difesa del Cittadino (MDC). Secondo le norme (D.P.R. n. 412 del 1993 e D.P.R n. 551 del 1999) l’utente domestico è tenuto a richiedere assistenza a personale specializzato per due i tipi di controllo: ogni anno una manutenzione ordinaria, ogni due anni anche la verifica del rendimento di combustione (prova dei fumi e rilascio bollino blu).

Ma quanto costa a una famiglia italiana tenere la propria caldaia pulita e sicura?

Una famiglia italiana paga mediamente per manutenzione ordinaria e controllo dei fumi 186 €: Genova, la città più cara, ogni famiglia sostiene ogni due anni 262,30 €, seguita da 4 città del Sud: Bari e Potenza con una spesa media pari 240,00€, Cagliari (230,00 €) e Napoli (225,00 €). Le meno care sono, invece, Catanzaro (120,00 €), seguita da Ascoli Piceno e Benevento con una spesa di 135,00 € (vedi Tabella 1 – Grafici 1 e 2). Le famiglie del Nord e del Sud sostengono costi simili rispettivamente 204,70 € e 186,60 €, quelle del Centro, invece, hanno una spesa più contenuta pari a 156,4 € (vedi Tabella 2 – Grafico 3 e 4).

Help Consumatori ha chiesto all’esperto Energia del Movimento Difesa del Cittadino (MDC), l’avvocato Francesco Luongo, un parere sull’indagine: "La manutenzione delle caldaie e i controlli delegati dalla legge ai comuni e alle province stanno diventando il nuovo incubo di tante famiglie italiane. La legge 46/90 e i successivi decreti attuativi, infatti, hanno dato agli enti locali la massima libertà di organizzazione per le relative verifiche e costi".

"Questa indagine è esemplare della attuazione a macchia di leopardo della legge sulle verifiche e soprattutto sui costi dei controlli per il cosiddetto bollino blu che variano da città a città senza alcun parametro legale dai 60 € di Catanzaro ai 172,30 € di Genova. Ai costi in alcuni casi molto alti si aggiunge la scarsa informazione delle famiglie. Le amministrazioni locali raramente hanno attivato idonee campagne informative o coinvolto le associazioni dei consumatori e il risultato è stato una fissazione del tutto arbitraria dei costi.

"Le società delegate ai controlli rappresentano un ulteriore problema per gli utenti: il personale è spesso privo delle opportune qualifiche e spesso consiglia di rivolgersi per la messa a norma degli impianti a ditte collegate direttamente o indirettamente alla società controllante".

Oltre all’indagine sui costi di revisione della caldaia, corredata da tabelle e grafici, il dossier Help Consumatori contiene:

– Per essere in regola con la caldaia. La normativa

– Quando accendere il riscaldamento. Il calendario

– Gli incidenti da gas combustibile in Italia

– Il decalogo Help Consumatori "Caldaia sicura e a norma di legge"

Scarica il dossier completo HC sul riscaldamento sicuro e la revisione delle caldaie

Comments are closed.