Roaming, il nuovo regolamento Ue è legge

Buone notizie per i consumatori europei che ormai possono stare tranquilli nei loro viaggi, da un paese all’altro, all’interno dell’Unione Europea. Oggi, infatti, è giunto alla sua approvazione formale da parte del Consiglio dei 27 Stati membri, il regolamento sulle nuove regole del roaming proposto a settembre scorso dalla Commissione Ue ed approvato ad aprile dall’Europarlamento. Telefonare, ricevere chiamate, mandare messaggi di testo e navigare in Internet in un altro paese europeo costerà, dal 1° luglio, in media il 60% in meno.

In particolare gli utenti europei non dovranno pagare più di 11 centesimi (Iva esclusa) per inviare SMS da un paese Ue diverso dal proprio; la media attualmente è di 28 centesimi; per megabyte scaricato in rete non si pagherà più di un euro, contro l’attuale costo di 1,68 euro (in Irlanda si arriva a pagare anche 6,82 euro). I consumatori europei, dunque, al loro rientro dalla vacanza, non rischieranno più di avere brutte sorprese sulle bollette, anzi potranno anche scegliere di attivare un meccanismo che ferma il servizio quando la fattura raggiunge i 50 euro, oppure oltre, su richiesta dell’utente.

Prosegue, inoltre, la riduzione delle tariffe delle telefonate in roaming: il 1° luglio l’eurotariffa per le chiamate effettuate da un altro paese passa da 46 centesimi a 43; quella per le telefonate ricevute mentre si è all’estero passa da 22 centesimi a 19. E per il 2010 e il 2011 sono previsti ulteriori cali che porteranno l’eurotariffa rispettivamente a 35 e 11 centesimi.

Infine, viene introdotto il principio della fatturazione al secondo, che sostituisce la fatturazione al minuto e che scatta dopo i primi 30 secondi per le telefonate effettuate in roaming e dal primo secondo per quelle ricevute. Si prevede che questo produca una riduzione del 24% sulle fatture dei cellulari.

"L’adozione unanime da parte del Consiglio dei Ministri delle nuove regole sul roaming – ha dichiarato il Commissario Ue alle Tlc Viviane Reding – toglie l’ultimo ostacolo procedurale e permette ai consumatori di avere benefici immediati, dal 1° luglio. E’ un’eccellente notizia per i cittadini europei che, quest’estate, potranno partire in vacanza con tranquillità e fare liberamente telefonate in roaming, senza aspettarsi brutte sorprese al rientro".

Per saperne di più cliccare qui

Comments are closed.